Kad ti se jede u Novom Sadu... - Cinque posti (+ uno) dove andare a mangiare a Novi Sad

Ho sempre pensato che una delle opportunità e, anzi, forse uno dei doveri di un soggiorno all'estero, qualsiasi siano i motivi che spingono una persona a vivere lontano da casa per un certo periodo, sia conoscere la propria nuova città dal punto di vista gastronomico. Quello che non si impara in un'aula universitaria, o non si riesce ad approfondire nella fuggevole interazione di strada, spesso lo si apprende attorno ad un tavolo.
C'è chi parlerebbe di "rispetto" verso le altrui tradizioni o di "curiosità" verso ciò che non si conosce. Probabilmente è vero, ma a me piace pensare che frequentare locali e ristoranti di una nuova città sia, più semplicemente, un modo come un altro per sentirsi a proprio agio in situazioni di cui non si ha ancora diretta esperienza, un modo per integrarsi facilmente in un nuovo ambiente, accettando apertamente di giocare con le altrui regole.
Non secondario è poi l'aspetto estetico, se si vuole edonistico, dell'intera questione: mangiare fuori, specie se in compagnia, è un'esperienza sociale bella ed appagante, che permette - sia in senso positivo che in senso negativo - di arricchire il proprio bagaglio di esperienze sensoriali.

In questi mesi in cui ho vissuto a Novi Sad, complice anche una certa libertà di manovra (e il costo generalmente più contenuto rispetto ad uno standard medio europeo), ho deciso di provare a conoscere la città frequentando estensivamente i suoi locali, calandomi in diversi contesti e approcciandomi a diverse cucine.
Rispetto anche solo a qualche anno fa, quando il turismo culinario era fondato ancora quasi esclusivamente sul passaparola, disponiamo oggi di mezzi più accurati ed affidabili per scegliere dove e cosa mangiare (uno di questi è certamente TripAdvisor). È naturalmente essenziale continuare a filtrare criticamente i feedback di questi strumenti con un pizzico di buonsenso (non tutte le recensioni hanno lo stesso peso e quelle di chi pretende di mangiare specialità regionali italiane in Vojvodina, ad esempio, vanno cestinate all'istante), ma come prima indicazione è utile. Bisogna poi buttarsi, provare di persona e sperare vada bene. 
In questo, va detto, Novi Sad è una città che assai di rado rischia di deludere. Anche per la varietà demografica della popolazione che la frequenta, il livello medio della cucina è decisamente buono e, anche se non si parla la lingua, non si incorre nel rischio di incappare nelle classiche trappole per turisti che, di tanto in tanto, rischiano di chiudersi sui più incauti visitatori di Belgrado. Da osservatore esterno, trovo anzi che si stia raggiungendo un buon equilibrio tra cucina locale e proposte internazionali. Certo, alcuni locali a vocazione più manifestamente turistica spingono molto sulla gentrificazione della loro proposta, perdendo in genuinità e personalità: altri, pervicacemente tradizionalisti, puntano tutto sulla fidelizzazione della clientela di lunga data; ma il bilancio, nel complesso, è positivo.

Valutando pro e contro di ogni posto in cui sono capitato, ho quindi deciso di stilare una classifica decrescente dei cinque migliori posti dove mangiare a Novi Sad. Inutile dire che, come ogni classifica, è puramente soggettiva e indicativa: il modo migliore per confermare o smentire il mio giudizio è fare un salto in città e provare di persona.

MENZIONE SPECIALE
TRI PETICE
Žitni trg 5
Costo medio: 1500-2000 RSD


Non fa parte della classifica ufficiale, ma una menzione la meritava di certo. Tri Petice (l'insegna spiega il perché del nome) è un locale giovane, sia cronologicamente (è aperto solo da settembre 2018) che nella proposta, una rivisitazione moderna e interessante (in direzione organico-naturalista) delle materie prime che compongono la cucina serba. Buono in particolare il pesce (anche se il menu è soggetto a rotazione stagionale). Prezzo sicuramente adeguato. Posizione un po' defilata in una zona di per sé non centralissima - il modo migliore per raggiungerlo a piedi è arrivare sino al Novosadsko Pozorište (il teatro cittadino della minoranza ungherese) per poi imboccare prima la Masarikova e poi le sue due laterali Hilandarska e Slovačka. Relativamente vicino alla Crna kuća (Vojvode Bojovića 13), centro studentesco di sinistra che organizza eventi culturali di grandissimo interesse.

5
ARHIV
Ilije Ognjanovića 16
Costo medio: 1200-1500 RSD


Posizione centralissima (la Ilije Ognjanovića è una laterale della Zmaj Jovina, anche se ci si accede più facilmente direttamente dalla Modena). Si tratta del ristorante dell'omonimo hotel, posto molto conosciuto in città: il locale è piccolo, a mo' di cantina, ma confortevole. Qui ho provato per la prima volta l'ombolo, una specie di timballo di carne proposto in varie combinazioni (io ho provato quella con le pere, buonissima) che ho poi scoperto essere una specialità istriana. Bella scoperta! Merita una visita anche solo per questo.

4
LAZIN SALAŠ
Laze Telečkog 5
Costo medio: 1200-1500 RSD


Dietro la cattedrale cattolica del Nome di Maria situata sulla piazza centrale della città si apre un dedalo di viuzze, traverse della Zmaj Jovina, affastellate di pub e di locali tipici. Fra tutti i ristoranti la cui proposta è incentrata sulla cucina della Vojvodina (meritano una menzione anche lo Zlatiborsko kod Vukše, lungo la Sremska, e Fontana, lungo la Nikole Pašića), quello che mi ha fatto la migliore impressione (per qualità della carne e rapporto qualità-prezzo) è il Lazin Salaš, lungo la Laze Telečkog. Ambiente piccolino, molto caratteristico (immancabili i tamburaši, specialmente nel weekend) ed estremamente confortevole. Consigliabile prenotare, a maggior ragione se si è in molti o se si è sotto le feste. Unica nota negativa: i tempi del servizio sono piuttosto lenti e si allungano ancora di più quando aumenta la clientela. Occorre non avere fretta.

3
PROJECT 72 WINE&DELI
Kosovska 15
Costo medio: 2000-2500 RSD


C'è un motivo per cui il Project 72 Wine&Deli occupa da tempo in pianta stabile le prime posizioni dei migliori ristoranti di Novi Sad su TripAdvisor: è, effettivamente, uno dei migliori ristoranti di Novi Sad. Sempre ben frequentato, nonostante la posizione un po' defilata (qualche minuto a piedi dalla Riblja pijaca) e la zona non esattamente di prim'ordine, riesce a coniugare fantasia in cucina, accostamenti interessanti (consiglio la capasanta su crema di pastinaca) e rapporto qualità-prezzo giustificato (a differenza di altre proposte di livello, più o meno simili nell'impostazione e nella filosofia di fondo, come il decisamente troppo costoso Zak situato sulla Šafarikova, una laterale della Jevrejska). L'approccio verso il cliente, va detto, è a tratti un po' troppo formale: inoltre, non è un posto dove vedrete comparire di frequente gli abitanti della zona.

2
FISH&ZELENIŠ
Skerlićeva 2
Costo medio: 2000-2500 RSD


Dietro al team che gestisce il Project 72 Wine&Deli ci sono le stesse persone che, qualche tempo fa, hanno aperto a Novi Sad il primo Fish&Zeleniš (ora ce n'è un altro anche a Belgrado, dove si è recentemente sviluppato un loro altro progetto imprenditoriale, Faro). Qui una parentesi è obbligatoria: non vi sono molti ristoranti di pesce in città, semplicemente perché 1) il pesce di fiume, peraltro comunque offerto nei menu di ogni ristorante di carne, non ha la stessa spendibilità di quello di mare 2) il pesce tende ad essere mangiato solo nelle occasioni speciali (e in posti da grandi feste, come lo storico Aqua Doria ai piedi della fortezza di Petrovaradin) 3) il pesce tende a costare un po' troppo per le tasche del cittadino medio. Detto questo, di tanto in tanto vale sicuramente la pena fare uno strappo alla regola. Fish&Zeleniš si ispira nei gusti e negli abbinamenti alla cucina adriatica (qui per la prima volta ho assaggiato il pagro) ed è una scelta di livello, sia per la posizione (pieno centro, a letteralmente due passi dalla Matica Srpska) che per la qualità delle materie prime. Prezzi in linea con quanto offerto. Attenzione: il ristorante, che si articola in due locali sui due lati opposti della piccola Skerlićeva, ha pochi posti a sedere, pertanto è sempre consigliata la prenotazione.

1
RIBA RIBI GRIZE REP
Bulevar Cara Lazara 46
Costo medio: 2500-3000 RSD


In assoluto il mio posto preferito a Novi Sad e quello dove sono andato più spesso nell'arco di questi mesi. Nonostante la posizione favorevole, a poca distanza dello Spens, non è semplice accorgersene ed intercettarlo (e la difficoltà di trovare buone foto da allegare ne è una testimonianza): per meglio individuarlo vale forse la pena dire che si trova a fianco della Kafeterija sulla Lovćenska. Il menu comprende anche pietanze di carne, ma ha poco senso andarci per non mangiare pesce: pesce che, peraltro (opinione personale), è il migliore della città, di ottima qualità e ben cotto (consiglio personalmente la bistecca di tonno). Buon servizio. Prezzi più alti della media (specialmente se al pesce abbinate uno o due bicchieri di Malvasia), ma giustificati. Solitamente poco frequentato: vale la pena di spargere la voce!

Commenti

Post popolari in questo blog

Venti per venti = tempesta

Quella sporca ventina